Novità anche all’ufficio di gabinetto: entra Riccardo Bordini

PERUGIA – Martedì, in sede di conferenza stampa, il questore di Perugia, Giuseppe Bisogno, ha presentato il primo dirigente della polizia di Stato, Angelo Serrajotto, che subentrando a Massimo Gambino ha assunto l’incarico di vicario del questore.

Cinquantaquattro anni, trevigiano, la sua carriera inizia negli anni Novanta quando, funzionario del reparto mobile di Padova, viene impegnato in giro per l’Italia che in quel momento ospitava i Mondiali di calcio. L’anno successivo, a seguito della morte in servizio due giovani poliziotti in occasione di una rapina a Padova, viene inviato in quella questura dove assume la dirigenza delle volanti. Quindi torna a Treviso, stavolta alla Digos, per poi rientrare a Padova con l’incarico di capo di gabinetto e infine, per sei anni, quello di vicario del questore.

Ha invece iniziato la propria carriera nel ruolo agenti il commissario capo Riccardo Bordini. Perugino, classe 1980, ha prestato servizio in diverse sedi tra Varese e Forlì. Laureato in Giurisprudenza, superato il concorso per commissari della polizia di Statonel 2014 (dopo due anni di corso presso la scuola superiore di polizia di Roma) è approdato alla questura di Siena dove ha assunto l’incarico di dirigente dell’ufficio del personale e dell’Upgsp. Trasferito a Perugia, è stato inserito nella divisione di gabinetto quale funzionario addetto e braccio destro del Capo di Gabinetto.