I corsi in autoscuola erano finti

BETTONA (Perugia) – Una storia di patenti facili. Di corsi fittizi, svolti solo sulla carta, e di raggiri. Protagonisti due autotrasportatori di una nota ditta di Bettona. Che per risparmiarsi la bega, secondo i carabinieri che hanno svolto le indagini, avrebbero finto di partecipare ai cici addestrativi previsti per la categoria: in barba ai colleghi più onesti di loro e soprattutto alla legge.

Giorni e giorni di addestramento fittiziamente effettuato in autoscuole del molisano mentre i due, in realtà, erano al lavoro. E via: le patenti venivano rinnovate e i punti sottratti in seguito a violazioni del codice della strada riottenuti. Sono stati i militari, incrociando date e orari, a evidenziare l’improbabile possesso del dono dell’ubiquità dei due uomini che, adesso, dovranno rispondere di falso ideologico commesso da privato in concorso con pubblico ufficiale. L’intera vicenda, inoltre, è stata immediatamente segnalata alla motorizzazione civile per i provvedimenti di competenza.