Una storia d’amore finita tragicamente tra le acque del lago di Montepulciano. Un lago antico, dove i brusii sanno di vita e…

MAGIONE (Perugia) – Sarà presentato sabato 28 aprile alle 17.30, nel Museo della pesca di San Feliciano, “La leggenda del lago innamorato”: ultimo libro di Graziano Buchetti che esce per i tipi di ali&no editrice. A presentarlo sarà Ferruccio Ramadori dell’associazione Convivium di Corciano, che da anni segue l’opera di Buchetti, vincitore di numerosi premi letterari, alla sua quarta uscita legata alle tradizioni popolari della sua terra, la Valdichiana, al confine con l’Umbria. Con l’occasione sarà possibile una visita guidata al Museo di recente risistemazione scientifica.

La leggenda del lago innamorato racconta una storia d’amore finita tragicamente tra le acque del lago di Montepulciano, un piccolo specchio d’acqua che ha segnato la vita di intere generazioni insieme ai laghi di Chiusi e Trasimeno, quando i confini regionali non esistevano ancora. Un lago antico, dove i brusii sanno di vita e, narra la leggenda, sembra si nutra e viva dell’amore che accoglie, come quello di Agostino e Alessandra, protagonisti di un fatto, pare, realmente accaduto nel Settecento.

L’autore ha sentito raccontare questa storia dal padre che, a sua volta, l’aveva ascoltata nelle sere di veglia accanto al camino quando, ancora adolescente, era andato a lavorare in un podere costruito a poche centinaia di metri dal lago subito dopo l’ultima Bonifica della Valdichiana. Una severa quanto ironica carrellata di un mondo passato, cristallizzato su principi morali e visioni etiche troppo spesso legate più all’apparenza che alla sostanza.