Gubbio, al Polo liceale Mazzatinti un interessante approfondimento su Rivoluzione informatica e contesto sociale e storico

GUBBIO (Perugia) – Al Polo Liceale Mazzatinti con il prof. Roberto Segatori, sociologo di fama internazionale, si affronta l’“Intelligenza artificiale”, frutto della Rivoluzione informatica, con lo sguardo rivolto sia sulle ripercussioni che le innovazioni in questo campo comportano per la vita degli individui e per la società che al modello di questa “intelligenza”, ovvero la “scatola nera” del cervello e della mente umana alla luce delle conoscenze neurobiologiche, allo scopo di indagare limiti della nostra libertà.

I ragazzi avranno l’occasione di poter ascoltare una sintesi lucida del loro contesto sociale e storico che gli appartiene in una prospettiva che cerca anche di rispondere, attualizzandola, alla domanda sulla nostra autonomia come individui, biologicamente vincolati, e cittadini partecipi all’interno della propria comunità, storicamente caratterizzati.

Sarà un incontro importante per gli studenti delle classi quinte di Classico, Scienze Umane e Scientifico anche in vista della preparazione all’ormai imminente esame di Stato.

Il professor Roberto Segatori, ex docente di Sociologia Politica presso la Facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Perugia, condurrà il suo intervento a partire dall’esame del suo testo “La libertà possibile” (Ed. Franco Angeli) martedì 24 aprile alle 11 nell’aula magna della sede di piazzale Leopardi.