In tasca ha un coltello di 21 centimetri, deruba un ambulante e prova a fuggire ma…

Stavolta per il recidivo 35enne finisce male

ASSISI (Perugia) – Una storia che è bene iniziare dalla fine. Da un “ma”: ma due agenti fuori servizio lo hanno notato, lo hanno tenuto d’occhio, così quando l’uomo ha agito, tentando la fuga, si è ben presto ritrovato braccato. Un tunisino 35enne (arrestato pochi giorni prima per furto) aveva appena sgraffignato il cellulare di una venditrice ambulante durante il mercato domenicale a Santa Maria degli Angeli.

È successo domenica, all’ora di pranzo. I due poliziotti lo hanno rincorso, immediatamente assecondati da una coppia di finanzieri in quel momento sul posto. Durante l’inseguimento, durato un amen, il 35enne ha provato a liberarsi del cellulare rubato e di un astuccio contenente alcuni arnesi da scasso. Finalmente acciuftatto, dalla perquisizione è saltato fuori anche un coltello serramanico con una lama di 21 centimetri.

Arrestato in flagranza, l’uomo, clandestino e senza fissa dimora, è comparso stamattina di fronte al giudice del tribunale di Perugia per l’udienza di convalida.