Imparare divertendosi, laboratori didattici alla Città della domenica

Sabato e 14 e domenica 15 aprile esibizioni di falconeria nel parco naturalistico di Monte Pulito a Perugia

PERUGIA – “Una risorsa turistica dietro la quale si cela una grande opera d’arte naturale”. Così viene definita Città della Domenica da Veronica D’Ortenzio, la responsabile di ArtOratorio che si occupa dei nuovi laboratori didattici del parco perugino con oltre cinquant’anni di storia.

Dal 1963, quando ha aperto i battenti sul Monte Pulito, Città della domenica si è sempre rivolta alle famiglie ma anche alle scuole, e continua a farlo con la nuova programmazione di eventi itineranti nelle diverse aree a tema dedicate ai laboratori di Archeologia, Preistoria, Medioevo, Rinascimento-Favole, e Contemporaneo. A questi si aggiungono ‘Natura e fauna’ e ‘Tutti in fattoria’, alla scoperta delle piante e degli animali che popolano il parco. Ogni laboratorio ha una durata che può variare da un’ora e mezza alle due ore e mezza circa e i partecipanti (tra i 3 e gli 11 anni o tra i 6 e i 14 anni, a seconda del laboratorio) imparano in un connubio tra scienza, storia, arte e natura.

Nel laboratorio dedicato alla Preistoria i ragazzi si trasformano in veri e propri paleontologi in un percorso evolutivo fra fossili e animali preistorici nel rettilario; inoltre, possono andare alla scoperta delle origini della pittura e scultura, tra i primi linguaggi espressivi creati dall’uomo, per realizzare poi la loro ‘primitiva’ opera d’arte; nel laboratorio di Archeologia non solo si può vivere l’esperienza di personaggi come Mowgli o Robinson Crusoe, esempi di sopravvivenza e ingegno che si sono adattati alla vita selvaggia della natura, ma anche divertirsi a fare gli archeologi scoprendo i resti della città di Perugia: l’arco etrusco, gli scavi sotto la cattedrale, l’ipogeo dei Volumni o i reperti conservati al Museo archeologico nel chiostro di san Domenico; nel laboratorio ‘Medioevo’ si entra nella bottega dell’alchimista per conoscere meglio questa figura un po’ mago e un po’ filosofo; inoltre si può approfondire, con uno speciale gioco dell’oca e un insolito Mercante in fiera, ‘il mistero del tempo e il segreto dell’arte che rende liberi’ ricomponendo i pezzi del misterioso calendario-orologio che si trova scolpito sulla Fontana Maggiore di Perugia; nel laboratorio ‘Rinascimento-favole’, poi, si va a scuola di fiabe: Pinocchio educa all’importanza delle regole mentre con Biancaneve e Cappuccetto Rosso ci si potrà interrogare rispettivamente sul tema delle relazioni e delle emozioni; accanto a questo anche ‘Artisti in viaggio: fiabe e favole nell’arte alla ricerca della mappa perfetta’ nel quale mettersi in ascolto per scoprire miti e leggende della città (Perugia) che ‘c’è ma non si vede’. Il laboratorio dedicato all’età contemporanea, infine, comprende quello su ‘Bambini, futuro ed un mondo più pulito: L’Umbria vista dallo spazio ‘ e ‘Diventiamo gli artisti del futuro’. Nel primo i bambini sono invitati a esplorare possibili vie per la comprensione dell’ambiente che ci circonda come bene comune e a sviluppare strategie innovative per la creazione di un ecosistema più sostenibile; nel secondo sono previste attività di action painting per ‘andare sulla luna’ e creare un’opera d’arte contemporanea ‘spaziale’. Per partecipare ai laboratori o avere informazioni dettagliate si può chiamare il numero 075.5054941-2 o scrivere a didattica@cittadelladomenica.it.

Ai laboratori didattici si aggiungono gli spettacoli del weekend, quelli a tema western, e le visite guidate nel parco con i ranger. Inoltre sono attivi la pista dei mini-kart, il laghetto con i motoscafi e il maneggio dove i bimbi potranno provare l’emozione di salire a cavallo. Infine, sabato 14 e domenica 15 in programma le esibizioni di falconeria. Per informazioni: www.cittadelladomenica.it.