L’ordinanza del sindaco Nando Mismetti. Gli obblighi e le multe per i gestori dei locali: sarà battaglia per chi decide di fare spettacoli

FOLIGNO – Niente musica dopo una certa ora: gli spettacoli serali non devono superare la mezzanotte.

Questo il contenuto dell’ordinanza firmata dal sindaco di Foligno, Nando Mismetti per contenere l’inquinamento acustico in occasioni di iniziative o intrattenimenti musicali. Nel dettaglio i titolari degli esercizi pubblici di somministrazione o di altre attività imprenditoriali o artigianali che si trovano nel centro storico, nell’ambito delle aree delimitate dalla Zona a traffico limitato e dalle Apu (aree pedonali urbane) possono dare svolgimento a spettacoli con intrattenimento musicale, in un arco temporale massimo di quattro ore.
Ma in ogni caso, l’ordinanza ne obbliga la cessazione entro le 23.30 dal lunedì al giovedì ed entro la mezzanotte per venerdì, sabato, domenica e prefestivi. «Non è consentita la concomitanza temporale degli eventi – si legge in una nota del Comune -, con conseguente sovrapposizione delle emissioni sonore nei medesimi luoghi ed orari, il cui svolgimento riguardi una pluralità di esercizi ubicati nel raggio di una distanza lineare inferiore a 150 metri. L’inosservanza delle disposizioni comporta l’applicazione della sanzione amministrativa di 200 euro, con possibile aumento della sanzione fino a 400 euro».