Narni, ripartono i servizi informativi territoriali. Lucarelli: «Incontro su opportunità di finanziamento per giovani, donne e professionisti»

NARNI (Terni) – Ripartono i servizi dello sportello informativo territoriale del Comune. Che saranno presentati il 18 maggio, alle 17 a Palazzo Eroli (sala del camino). Lo rende noto l’assessore allo sviluppo Lorenzo Lucarelli annunciando l’incontro su “Lo sportello informativo territoriale come strumento di sviluppo locale: conoscenza, condivisione, opportunità”.

Il rilancio del servizio, riferisce l’assessore, sarà la prima occasione per illustrare alcune opportunità di finanziamento tra le più interessanti per il territorio e per comunicate le modalità di accesso al servizio, con la possibilità per i partecipanti all’incontro di confrontarsi con gli esperti presenti, di richiedere informazioni e appuntamenti per la consulenza personalizzata.
La prima fase dello sportello, secondo l’amministrazione, era stata molto positiva, con il suo utilizzo da parte di centinaia di utenti, tra cui tanti giovani, donne, imprenditori, professionisti, comuni cittadini, sia per richiedere informazioni di base sia per avere una consulenza specifica e personalizzata.
«L’amministrazione comunale ha ritenuto fondamentale dare continuità ad un servizio a supporto dello sviluppo locale del territorio – ha detto l’assessore Lucarelli – proprio in un momento di importanti mutamenti socio-economici in cui ancora permangono le conseguenze della crisi, ma anche un momento di preparazione per cogliere le interessanti opportunità e possibilità in arrivo per tutti. Sono stati dunque analizzati i punti di forza e di debolezza del servizio pilota, considerate le tante richieste di riattivazione da parte di tanti cittadini e rappresentanti delle componenti del tessuto socio-economico locale ed infine è stata elaborata una proposta di sportello effettivamente al servizio di tutti i soggetti strategici per lo sviluppo locale che possa configurarsi come punto di riferimento per tutte le componenti che operano con finalità di sviluppo economico, turistico, culturale, sociale, formativo ed educativo, in modo tale da facilitare la creazione di reti e partenariati che possano condividere obiettivi comuni e lavorare ad una progettazione più ampia».

«Il nuovo servizio – prosegue Lucarelli in una nota – sarà a disposizione delle imprese ma anche delle categorie merceologiche già attive a livello locale, e delle organizzazioni del terzo settore e del volontariato, dell’università e delle scuole e degli enti formativi. Con loro apriremo un dialogo permanente ed uno scambio continuo di informazioni e di esperienze allo scopo di supportare i giovani studenti in un percorso di professionalizzazione, di associazionismo e di nuova imprenditorialità da sviluppare nel territorio attraverso una conoscenza più specifica degli strumenti europei di finanziamento per i giovani.
Attraverso lo sportello, a cui collaborano, tra gli altri, anche Sviluppumbria, Cesvol e Camera di Commercio, è prevista anche l’organizzazione periodica di meeting, workshop, seminari, giornate informative, laboratori di progettazione europea ed eventi di presentazione, coinvolgimento e partecipazione, in modo tale da facilitare anche lo sviluppo di esperienze di cittadinanza attiva di nuova generazione o di start-up creative in particolare tra i giovani».