«Dare voce agli studenti di tutte le scuole», l’impegno di Altrascuola – Rete degli studenti medi Umbria

(riceviamo e pubblichiamo)
di Altrascuola – Rete degli studenti medi Umbria

PERUGIA – Da anni lavoriamo per garantire ad ogni studentessa ed ogni studente umbro di poter seguire e proseguire il proprio percorso di studi indipendentemente dalla propria condizione economica, lottando per ottenere sempre maggiori borse di studio, agevolazioni su trasporti, libri, iniziative ed eventi culturali e materiale scolastico: proprio in questi giorni sarà discussa la nostra mozione in consiglio regionale per l’introduzione della fasciazione ISEE nell’acquisto degli abbonamenti di trasporto scolastici ed una “No Tax Area” fino a 10.000 euro di Isee, sostenuta dalla Consigliera Regionale Carla Casciari.

Per dimostrare la necessità di questa, e delle tante altre proposte che insieme costituiscono la nostra proposta di una nuova legge regionale sul diritto allo studio, abbiamo deciso di promuovere un’indagine sulla condizione studentesca, l’unica nella nostra regione, la seconda considerando quella che abbiamo realizzato nell’anno scolastico 2014/2015, così da ottenere dei dati che possano sollecitare le istituzioni ad agire e garantire così un’istruzione di qualità ed accessibile a chiunque.
«Con questa indagine puntiamo a dare voce alle studentesse e agli studenti di tutte le scuole della nostra regione – dichiara Luigi Leone Chiapparino, Coordinatore di Altrascuola – Rete degli Studenti Medi Umbria -. Vogliamo che i risultati di questo lavoro non siano solo rappresentativi, ma che possano fornire una base scientificamente solida per individuare le problematicità maggiori ed indirizzare le riforme in quest’ambito».

Questo è solo un altro passo per una nuova legge sul diritto allo studio nella nostra regione, continueremo a lavorare in questa direzione, sempre coinvolgendo, unendo e rappresentando gli studenti, sempre dalla stessa parte.