Da Terni due interventi chirurgici in diretta mondiale

La professoressa Costantini al 33° congresso della Società Europea di Urologia a Copenhagen
La professoressa Costantini al 33° congresso della Società Europea di Urologia a Copenhagen

Dall’Azienda ospedaliera del Santa Maria la professoressa Elisabetta Costantini eseguirà operazioni di chirurgia urologica mininvasiva

TERNI – Venerdì il 6 aprile all’ospedale Santa Maria la professoressa Elisabetta Costantini eseguirà in diretta mondiale due interventi di chirurgia urologica mininvasiva di cui uno con tecnica robotica, nell’ambito del SIU Live 2018, l’evento di live surgery che il 5 e 6 aprile all’hotel Hilton Airport di Roma presenterà le più moderne tecniche chirurgiche in ambito urologico effettuate in numerose sale operatorie italiane, europee e nordamericane.

I due interventi eseguiti a Terni, il posizionamento per via trans-otturatoria di una sling per incontinenza urinaria femminile alle ore 11 e una colposacropessi robot-assistita per il trattamento del prolasso uterovaginale alle ore 15, rappresentano oggi le soluzioni di prima scelta, per la loro percentuale di successo e per la loro mini-invasività, nel trattamento chirurgico di due importanti problemi che colpiscono la popolazione femminile, l’incontinenza urinaria ed il prolasso, che compromettono in modo serio la qualità della vita dal punto di vista fisico, psicologico e sociale. La professoressa Elisabetta Costantini, direttrice della Clinica universitaria urologica ad indirizzo andrologico e uro ginecologico di Terni, nel secondo intervento opererà con il Da Vinci Xi, la generazione più evoluta dei sistemi robotici presenti sul mercato, disponibile al Santa Maria di Terni dallo scorso ottobre.

L’evento mondiale organizzato dalla SIU (Società Italiana di Urologia) presenterà a Roma, con quattro grandi schermi collegati con le sale operatorie italiane, europee e nordamericane, più di 61 differenti procedure urologiche distribuite in due giorni. I professionisti presenti a Roma avranno la possibilità di interagire in diretta con i chirurghi che stanno operando, per comprendere in maniera approfondita le tecniche da loro utilizzate. Avere gli operatori in azione ciascuno a casa propria assicura sicurezza ed efficienza delle prestazioni per il paziente e al tempo stesso propone un modo nuovo di usufruire dell’insegnamento della chirurgia in diretta, senza impattare sul rischio clinico.

Il prossimo appuntamento di live surgery con la professoressa Costantini sarà venerdì 13 aprile, ma questa volta dall’ospedale San Raffaele di Milano tornerà ad eseguire un intervento di Colposacropessi robotica nell’ambito della due giorni scientifica dal titolo “La chirurgia nel terzo millennio: The Future is female”. L’evento è veramente unico nel suo genere perché per la prima volta tutta la chirurgia in diretta, dalla endourologiaalla laparoscopia alla robotica sarà eseguita esclusivamente da donne chirurgo.