Perugia, la donazione di David Pompili e l’esposizione di opere contemporanee curata da Gianluca Marziani

PERUGIA – Si intitola “Spia-re” la nuova opera del Comune di Perugia grazie alla donazione dell’artista David Pompili.

L’iniziativa si inserisce nell’ambito della quarta edizione della mostra di arte contemporanea “Art Monsters”, in programma nel museo civico di palazzo della Penna dal 4 maggio al 24 giugno. Giovedì 3 maggio, in mattinata, si terrà la preview per la stampa, nel pomeriggio alle 18 l’inaugurazione ufficiale dell’esposizione. La mostra, a cura di Gianluca Marziani, presenterà opere di Buzzini, Consiglio, Epvs, Galeotti, Isaac, Luci, Lupattelli, Maugeri, Moretti, Pastonchi, Peducci-Savini, Pinchi, Poggioni, Pompili, Ripa e Ttozoi.

L’opera donata al Comune da Pompili è parte dell’installazione murale di 10×3 metri esposta al museo civico di palazzo della Penna l’anno scorso in occasione dell’edizione 2017 della mostra.
Massimo Perari, capogruppo di Forza Italia, tra i fautori dell’evento ha sottolineato che con questa iniziativa si è riaperta una consuetudine dell’amministrazione: ossia di ospitare grandi artisti negli spazi pubblici; artisti che, successivamente, decidono di lasciare traccia di sé attraverso la donazione all’Ente di opere di valore.
«Con Art Monsters – ha detto Perari – abbiamo messo una lente di ingrandimento sull’arte contemporanea; si tratta di un genere, a volte sottovalutato, che al contrario questa amministrazione vuole approfondire, incrementare e valorizzare. Ne è un esempio quanto in programma a Fontivegge, ove un ampio spazio sarà dedicato agli artisti contemporanei».
Perari ha evidenziato che queste prospettive vanno ulteriormente rafforzate, tenuto conto degli ottimi risultati che Art Monsters nelle precedenti edizioni ha fatto registrare.
«Voglio ringraziare il sindaco perché fin dall’inizio del mandato ha creduto in questo progetto di valorizzazione dell’arte contemporanea».

E proprio il sindaco Romizi, nel corso del suo intervento di saluto, ha precisato che si sta sempre più prendendo consapevolezza del fatto che un Comune non deve soltanto essere in grado di custodire le spoglie del passato, ma deve, altresì, avere la capacità di produrre ed acquisire nuove opere d’arte. «Sotto questo profilo ritengo – ha detto – che dobbiamo riuscire a riattivare i percorsi artistici della nostra città per riconquistare spazio nei panorami nazionale ed internazionale. La sfida successiva, ora, sarà capire in quali spazi le opere donate al Comune potranno essere collezionate ed esposte».
«Nell’ambito della valorizzazione dell’arte contemporanea – ha confermato il sindaco – Fontivegge avrà un ruolo fondamentale perché lì vi è l’intenzione di convogliare le forze “fresche” della città».
Nel ringraziare il Comune di Perugia per aver scelto da alcuni anni di dare spazio agli artisti contemporanei con Art Monsters, David Pompili ha spiegato che la scelta di donare “Spia-re” al Comune è motivata dalla volontà di lasciare una traccia di un passaggio e, dunque, un tratto di un percorso compiuto insieme da artista e città.