Perugia, la società lancia l’attivazione di un sistema di interpretariato Lis per gli utenti audiolesi: basta una App

PERUGIA – «Umbra Acque prosegue nel percorso di miglioramento dei servizi per i propri clienti e oggi si propone di cominciare a rimuovere le barriere alla disabilità».
Così la società comunica alla propria clientela che a partire dal 3 aprile all’interno dell’ufficio di contatto di Perugia verrà attivato un servizio di videocomunicazione che – gratuitamente – mediante una semplice App installata su una postazione Tablet, permette alle persone con disabilità sensoriale, di accedere agevolmente ai servizi.

«Abbiamo voluto prestare particolare attenzione ai nostri clienti con disabilità sensoriale – afferma con orgoglio l’amministratrice delegata Tiziana Buonfiglio – che secondo una indagine del 2015 nella nostra regione sono più di 2.000, e come poche altre aziende in Italia abbiamo voluto concretamente cominciare ad abbattere le barriere alla disabilità. Con questo nuovo servizio – continua Tiziana Buonfiglio – ai nostri utenti sordi sarà consentito di collegarsi in tempo reale ad un Video Centro dove operano interpreti LIS e comunicare con l’operatore di sportello; al momento della videochiamata il cliente con disabilità sensoriale potrà interagire direttamente con l’operatore del Video Centro che tradurrà le sue richieste dalla lingua dei segni alla lingua verbale parlando con l’operatore di Umbra Acque e, viceversa, traducendo per il cliente in linguaggio visuale (LIS) le indicazioni ricevute».
«È un segno – conclude l’amministratrice delegata – di rispetto per le persone e di vicinanza ai bisogni di tutti i nostri clienti».