Tra.Me Giallo Fest: alle 17.30 arriva Massimo Carlotto

FOTO | Dopo il successo della visita guidata alla Assisi del mistero, ultimi appuntamenti della manifestazione

ASSISI (Perugia) – Grande successo della visita guidata all’Assisi del mistero. Tante persone hanno sfidato la pioggia per ascoltare le storie inedite della città. Una affluenza per cui si è dovuto procedere a suddividere in gruppi la visita guidata nei luoghi più segreti di Assisi. L’itinerario ha toccato la domus Romana, individuata come casa del grande poeta Properzio, i luoghi attorno al Vescovado dove i rifugiati ebrei riuscirono a scampare alla deportazione nazista. Finale con una vera e propria chicca: Villa Fortini ha aperto le sue porte, ed è stato così possibile ascoltare la storia dell’ex podestà e avvocato Arnaldo Fortini che al processo di Verona riuscì a salvare dalla condanna a morte l’ex ministro fascista e assisano Tullio Cianetti.

Inizia così l’ultimo giorno di Tra_ME Giallo Fest che, dopo la conversazione “Napoli noir” (con Piera Carlomagno e Alessandra Pepino) ora tira dritto con il resto degli appuntamenti in programma fino a sera. Attesi i grandi ospiti: il maestro dello psicothriller Wulf Dorn, alle 16, nella Sala della Conciliazione Palazzo dei Priori, Massimo Carlotto con le sue storie sull’Alligatore, alle 17.30, a Palazzo Monte Frumentario. Rinviato invece, per una fastidiosa influenza, l’incontro con Pupi Avati, che però assicura: “Tornerò presto ad Assisi per presentare il mio Giallo Gotico”.

La sessione narrativa del Festival si concluderà quindi alle 19, a Palazzo Monte Frumentario, con la presentazione del racconto di Isabella Saffaye, scritto in diretta live durante Tra_Me.

Confermato il programma cinematografico. Al teatro Metastasio. Alle 17.30, Chi ha incastrato Roger Rabbit (di Robert Zemekisi, 1988), alle 19.30, Point Blank (film di Fred Cavayé, 2010, versione originale sottotitolata in italiano), con introduzione a cura di Mauro Gervasini), alle 21.30, La casa dalle finestre che ridono (film di Pupi Avati, 1976); alle ore 24, Betty (Claude Chabrol, 1992), versione originale sottotitolata in italiano.