A tutto vantaggio dei 102 siti regionali appartenenti a Rete natura 2000

PERUGIA – Sta coinvolgendo anche studenti e insegnanti delle scuole umbre il progetto “Sun life”, finanziato dal programma europeo Life+ Natura & Biodiversità, attraverso il quale la Regione Umbria intende dotarsi di una strategia pluriennale per la salvaguardia delle ricchezze naturali presenti all’interno dei 102 siti umbri appartenenti alla Rete natura 2000. E oltre a un concorso e a incontri formativi, a disposizione ci sarà presto anche un gioco, “Scoprinatura”.

Per diffondere l’educazione alla conoscenza ed al rispetto dell’ambiente tra le nuove generazioni e per far conoscere non solo il progetto, ma anche la Rete Natura 2000 con i suoi siti che in Umbria costituiscono un sistema di tutela del patrimonio ambientale e paesaggistico, numerose sono infatti le iniziative rivolte agli istituti scolastici, a partire dal concorso con il quale le scuole sono state invitate a realizzare elaborati utilizzando i diversi linguaggi della comunicazione (giornalini, spot, video, reportage, disegni, fumetti, elaborati multimediali, fotografie…) e che avessero come oggetto la Rete Natura 2000 in Umbria.

La scuola primaria e media di Colfiorito e l’Istituto professionale per l’agricoltura e l’ambiente di Fabro, vincitrici lo scorso anno, sono state premiate con una uscita didattica al Lago Trasimeno. Per favorire una continuità del progetto, nei giorni scorsi l’Istituto comprensivo Perugia 14 di Ponte Felcino ha ospitato le attività di formazione rivolte agli insegnanti della provincia di Perugia che avuto modo di approfondire le proprie conoscenze sulla Rete Natura 2000 e sulla biodiversità che le contraddistingue con particolare riferimento al contesto regionale.

Gli insegnanti, inoltre, hanno potuto sperimentare il gioco “Scoprinatura”, ideato nell’ambito del progetto e rivolto agli alunni delle scuole primarie e medie, che verrà distribuito nel mese di maggio in occasione delle attività di disseminazione rivolte alle scuole della regione. Uno strumento attraverso il quale gli insegnanti potranno strutturare in autonomia percorsi didattici già a partire dal prossimo anno scolastico.
Il prossimo appuntamento sarà con gli insegnanti della provincia di Terni per proseguire la sperimentazione del gioco e continuare a parlare di Rete natura 2000.