«Salve, siamo volontari»: invece è una truffa. Nuovo allarme raggiri

La segnalazione del Cesvol e dell’associazione Alea di Perugia

di Cesvol* Perugia
(riceviamo e pubblichiamo)

PERUGIA – Ci viene segnalata per l’ennesima volta una fantomatica raccolta fondi promossa dall’Associazione ALEA insieme con il Cesvol di Perugia in favore di bambini disabili e di un villaggio solidale. Questa volta ci è pervenuta una segnalazione da Fabriano (An)

Il Cesvol Perugia a tal riguardo, insieme con ALEA (Associazione che ha, come tante altre associazioni, sede legale presso il Cesvol e da qui il facile accostamento tra ALEA e Cesvol), chiarisce di non effettuare e di non aver mai effettuato neppure in passato raccolte fondi con modalità porta a porta, ed invita al contempo quanti dovessero avere a che fare con questo tipo di richieste (di natura evidentemente truffaldina) a segnalare immediatamente l’accaduto alle forze dell’ordine.

L’unica raccomandazione resta quella di non dare soldi a chi fa raccolta fondi in nome sia dell’associazione Alea che del Cesvol. Se si vuole, invece, fare del bene concretamente, l’unica strada è quella di rivolgersi ad Associazioni conosciute, che operano visibilmente e che, francamente, non hanno neanche il tempo né la volontà di fare raccolta fondi per strada o porta a porta.

*Centro servizi per il volontariato