Appuntamento al Teatro della Filarmonica con un gioco di specchi tra commedia e tragedia

CORCIANO (Perugia) – Marina Massironi e Alessandra Faiella, dirette da Serena Sinigaglia, sono al Teatro della Filarmonica di Corciano, sabato 17 marzo, alle 21 con “Rosalyn” di Edoardo Erba.
Rosalyn è un thriller psicologico, disorienta, è un gioco di specchi. Rosalyn è comico, ma all’improvviso diventa tragico. È un gioco beffardo, disperato e violento. Senza scampo.

Esther O’ Sullivan, una scrittrice americana di successo, viene accusata dalla Polizia di un omicidio avvenuto anni prima. Per discolparsi, rievoca la storia del suo incontro con Rosalyn, una donna delle pulizie goffa e sprovveduta conosciuta il giorno della presentazione di un libro sulla Vera Natura del Sé.
Rosalyn aveva confidato ad Esther la sua relazione clandestina con Ben, un uomo bugiardo e perverso che le sottoponeva continuamente a violenze fisiche e psicologiche. Esther, inorridita, aveva invitato Rosalyn a reagire. Di ciò che era successo dopo, dell’imprevedibile evoluzione di Rosalyn, Esther non vorrebbe proprio raccontare…
Avvincente, comico, ricco di colpi di scena, sostenuto da una scrittura incalzante, Rosalyn scava con irriverenza in una zona incandescente della personalità che tutti noi preferiremmo tenere nascosta.
«Sono da sempre un’appassionata di gialli – dice Serena Sinigaglia – direi onnivora. Ho affrontato altre volte questo genere a teatro. Mi diverte, mi appassiona, mi soddisfa. Tentare di creare un rebus che vive e pulsa sul palcoscenico e che la platea è chiamata a risolvere, è un lavoro che da sempre mi stimola. E’ una prova di intelligenza, è la cura di ogni dettaglio, è sapienza registica. Marina e Alessandra sono due attrici straordinarie, capaci di assumersi l’onere di questa prova. Sanno creare grande empatia col pubblico e sanno allo stesso tempo spingersi nei meandri dei dettagli, nel cuore del mistero. Edoardo è uno scrittore che sa rendere fluide e avvincenti le trame, credibili e forti i personaggi. Insomma, signori Rosalyn è il paese dei balocchi. Il mio personale paese dei balocchi. Altro non posso aggiungere, vogliate perdonarmi, ma sarebbe imperdonabile spoilerarvi anche solo un particolare di quanto accade in scena…prima regola del giallo…mantieni un misterioso contegno, un silenzio carico di suspance… shhh sta per cominciare…buio in sala…e che il mistero si compia. Buon divertimento a tutti!».

Si può prenotare telefonicamente, al botteghino telefonico regionale 075/57542222, tutti i giorni feriali, dalle 16 alle 20. I biglietti prenotati vanno ritirati mezz’ora prima dello spettacolo, altrimenti vengono rimessi in vendita.
È possibile acquistare i biglietti anche on-line sul sito del Teatro Stabile dell’Umbria www.teatrostabile.umbria.it.