Il questore rivede e aggiorna anche la tabella dei giochi proibiti: l’elenco completo

PERUGIA – Apparecchi automatici, semiautomatici ed elettronici da trattenimento e da gioco. Praticamente ogni sorta di slot-machine, vlt e videolottery: non potranno essere accese a Perugia e provincia prima delle 10 del mattino e dovranno essere spente, tassativamente, alle 5 della notte.

È quanto stabilito dal provvedimento emanato dal questore di Perugia, Giuseppe Bisogno, in tema di ludopatie e gioco d’azzardo. Allo stesso tempo sono stati intensificati i controlli, da parte della polizia, finalizzati a verificare la regolarità delle licenze e delle attività esercitate nel capoluogo, «anche a fini di prevenzione e repressione dei fenomeni criminali intorno a essi eventualmente orbitanti». Il questore, inoltre, ha rivisto e aggiornato la tabella dei giochi proibiti di cui al Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza, in vigore dal 2006 e ora sostituita da quella seguente:

Giochi con le carte

Baccarat – Bassetta – Bazzica – Bestia – Chemin de Fer – Concincina – Domino con le carte – Ecartè – Faraone o Goffetto – Lanzichenecco o Lanzinetto – Macao – Mazzetti – Mercante – Nove- Piattello – Pitocchetto – Primiera – Poker – Sette e mezzo – Toppa – Trentacinque o Mercante – Zecchinetta – Conchin – Tonchino o Concino – Punto – Ramino – Texas Hold’em o Poker Texano (eccetto nei casi espressamente autorizzati ai sensi dell’art. 88 del T.U.L.P.S.).

Giochi al biliardo

Battifondo – Baccarat con birilli – Biliardino a trottola – Biliardino a martelletto – Giardinetto – Gioco del tre e del nove – Macao con birilli – Nove – Parigina – Rosso e bianco o rosso e nero – Buchette. Nelle sale da biliardo deve essere esposto in modo visibile il costo della singola partita ovvero quello orario.

Altri giochi

Morra – Passatella o tocco – Dadi – Roulette di qualsiasi specie – Gibellino, ossia testa o croce – Carosello – Cavallini – Biliardino inglese o francese – Pistola ad aria compressa con disco girevole – Tre carte o Tre tavolette.

«Sono altresì vietati – si legge poi nel documento – tutti gli altri giochi, di qualsiasi specie, non compresi nella presente tabella che presentino caratteristiche analoghe ai giochi sopraindicati».