Riuscito il trapianto degli organi (reni, fegato e cornee) donati dall’uomo deceduto la scorsa notte per le gravi lesioni riportate in un incidente stradale a inizio settimana

PERUGIA – Il trapianto di reni, fegato e cornee di Massimo Del Grasso, l’uomo che purtroppo non ce l’ha fatta a sopravvivere – è morto ieri notte – alle tremende lesioni riportate martedì in un incidente d’auto, è andato a buon fine. I primi a beneficiare della generosità del 53enne e di quella dei suoi familiari (fin da subito favorevoli all’espianto degli organi) sono stati un paziente calabrese, ricoverato a Catanzaro, e due umbre di 65 e 39 anni, da tempo costrette a sottoporsi a dialisi nella struttura di Nefrologia del Santa Maria della Misericordia di Perugia.

Dopo il consenso alla donazione, il Centro regionale trapianti ha immediatamente attivato la macchina di professionisti necessari a portare a termine le attività di prelievo e le verifiche di compatibilità con la consultazione del registro nazionale dei trapianti. Una equipe composta di oltre 50 unità. Alcuni operatori sanitari – riferisce una nota dell’Azienda ospedaliera di Perugia – sono stati richiamati in servizio nonostante in quel momento si trovassero in ferie.

Una delle due donne si trovava in Albania quando è arrivata la chiamata dell’ospedale. Convocata durante la notte, è stata subito sottoposta a dialisi nel centro ospedaliero di Tirana, ed è rientrata a Perugia. Entrambe le pazienti sono stazionarie, e i sanitari sono fiduciosi sul buon esito del trapianto.