La denuncia: «A Ponte San Giovanni tombini stracolmi o completamente otturati. Serve manutenzione»

Un tombino fantasma a Ponte San Giovanni
Un tombino fantasma a Ponte San Giovanni

A Perugia. L’ironia di alcuni residenti: «Dovremmo ricevere un premio di sopportazione»

di Gino Goti

PERUGIA – A volte non vale nemmeno avere i santi in Paradiso, ci riferiamo a San Bartolomeo, protettore di Ponte San Giovanni e titolare dell’omonima via che collega via Atalanta a via Adriatica. Qui oltre alle buche, a un tombino letteralmente sprofondato ne è apparso un altro completamente ostruito e letteralmente coperto da terra, cartacce e foglie.

Ovviamente l’acqua piovana non trova il suo sfogo e invade la carreggiata contribuendo alla formazione di buche e voragini. In questo caso c’è voluta la segnalazione del titolare di un negozio proprio di fronte al tombino ostruito a segnalare questa situazione che crea disagio anche ai suoi clienti quando devono entrare a fare acquisti. Tutto ha un limite ed è proprio vero quello che diceva un signore di Ponte San Giovanni pochi giorni fa: i cittadini, gli automobilisti, i pedoni e i motociclisti avrebbero diritto a un «premio di sopportazione» per l’increscioso stato delle strade dovuto anche all’incuria, alla disattenzione e al ritardo degli interventi che dovrebbero essere preventivi ma che invece accadono soltanto dopo continue lamentele e segnalazioni.