FOTO | Il carico è stato recuperato a Narni e restituito. Ma adesso è caccia ai malviventi, fuggiti dopo una colluttazione con i poliziotti

NARNI (Terni) – Un tesoro di rame. Quasi 2 chilogrammi di metallo lavorato per un valore di 10mila euro. Oltre a un tablet, altri oggetti e un furgone, quello su cui era trasportato tutto. È quanto recuperato, e prontamente restituito ai legittimi proprietari, nei giorni scorsi dalla polizia stradale di Terni.

A ritrovare tutto è stata una pattuglia in servizio a Narni Scalo: erano le prime ore dell’alba quando il furgone, con danni evidenti ai portelloni posteriori e alla pedana di accesso, non si è fermato all’alt degli agenti. Inseguito, raggiunto e fermato, i tre uomini al suo interno hanno prima ingaggiato una colluttazione coi poliziotti, poi sono scappati, abbandonando carico e veicolo. Dai successivi accertamenti è emerso che il furgone era stato rubato a una ditta di Civita Castellana a metà gennaio, mentre il carico, quasi due chilogrammi di rame tra grondaie, supporti e staffe per un valore di circa 10mila euro, era stato rubato a una ditta edile di Acquasparta.

All’interno della cabina di guida la polizia ha trovato inoltre 6 paia di guanti, un passamontagna, chiavi di altri veicoli e arnesi da scasso, oltre a un tablet, anche quello risultato rubato. Tablet, rame e furgone sono stati riconsegnati ai legittimi proprietari, mentre le indagini proseguono, anche con il supporto dei rilievi della polizia scientifica per identificare e rintracciare i tre uomini.