La Kung Fu association del maestro Edoardo Antolini torna dagli Open Campionship 2018 con il medagliere pieno. «Così Perugia sui podi più alti d’Europa»

PERUGIA – Duemilasettecento chilometri in tre giorni viaggiando per Italia, Svizzera, Germania e Francia. Per tornare a casa con il medagliere pieno: un oro, un argento e quattro bronzi. Questo il risultato dei “German Open Championship 2018”, torneo internazionale dedicato alle arti marziali in programma a Dillenburg, per la rappresentativa della scuola Tianlong capitanata dal maestro Edoardo Antolini partita da Perugia.

È il maestro Edoardo Antolini a raccontare l’avventura: le dodici ore di viaggio prima e il campionato poi. «Il primo a salire in pedana – spiega – è stato Francesco Tirelli che ha portato in gara una sequenza di movimenti codificati denominata Shaolin Chuan Ti I Lu piazzandosi al terzo posto nella categoria forme, terzo posto che ha condiviso con il suo compagno di squadra Matteo Consalvi che si è presentato in pedana con una sequenza dello stile Ba Ji Quan». Tommaso Tordoni invece ha ottenuto il primo posto portando in gara una sequenza di Tsui Pa Hsien Quan «ovvero il pugilato dell’ubriaco degli otto immortali».
Dalle categorie a mani nude, a quelle armi in cui ha brillato Marta Consalvi, unica ragazza a gareggiare nella categoria maschile conquistando il secondo posto con una sequenza di spada di Meihuaquan. Ottime anche le prestazioni di Matteo Consalvi e Tommaso Tordoni, terzi nelle rispettive categorie con armi dove hanno presentato una sequenza di sciabola di Meihuaquan e una sequenza di bastone lungo denominata Fengmo Yechagun, il bastone del demone pazzo.

«Dopo le premiazioni la squadra ha posato per le foto di rito e visitato la città che li ha ospitati – racconta il maestro Antolini – rendendo omaggio ad un paese che per molti aspetti si è rivelato diverso dai luoghi comuni e ci ha permesso di conoscere persone solari, cortesi e molto disponibili. Un ringraziamento ed un saluto a tutta la WFMC Germany ad Akkus Isa ed a tutti i suoi collaboratori per aver organizzato un grandissimo evento, impeccabile in ogni dettaglio e a cui abbiamo avuto l’onore di partecipare. Grazie anche a Francesco Rossi per l’ospitalità che ha riservato a tutto il team nel nostro breve soggiorno in Francia e a Francesco Antolini per averci guidato per una breve visita a Como».
«Complimenti a tutti i ragazzi della Tianlong – conclude il maestro – che ancora una volta hanno dimostrato di essere la squadra da battere conquistando 1 Oro, 1 Argento e 3 Bronzi facendo 2700 chilometri in tre giorni e portando Perugia e l’Italia sui podi più alti d’Europa».