Città di Castello, viene alla luce con una grave anomalia cardiaca: neonato trasferito d’urgenza ad Ancona

Allertato il servizio di elisoccorso, ma il quadro clinico non ha permesso il trasporto in volo: il piccolo è arrivato in ambulanza

CITTÀ DI CASTELLO (Perugia) – Una corsa per la vita: un neonato venuto alla luce ieri all’ospedale di Città di Castello è stato trasferito in via precauzionale all’Azienda ospedaliera universitaria Ospedali Riuniti di Ancona, dove è presente la cardiochirurgia pediatrica, per una anomalia cardiaca severa riscontrata nel corso dei normali controlli che si effettuano sui nuovi nati.

In un primo momento, grazie alla vigente convezione interregionale tra Umbria e Marche, era stato attivato il servizio di elisoccorso dell’ospedale di Ancona, ma alla luce anche del quadro clinico, stabilizzato con adeguati trattamenti medici, la centrale operativa del 118 e l’ospedale di Città di Castello, in accordo con i colleghi di Ancona, hanno optato per il trasferimento via terra tramite un’ambulanza equipaggiata. «La direzione medica dell’ospedale di Città di Castello – in una nota – ringrazia tutti coloro che hanno fattivamente collaborato tempestivo trasferimento, con particolare riferimento alla Polizia municipale e al distaccamento dei Vigili del Fuoco di Città di Castello».