Il sindaco compie 60 anni. La sua storia e gli auguri della città

(riceviamo e pubblichiamo)

CITTÀ DI CASTELLO (Perugia) – Compie 60 anni, oggi, il sindaco di Città di Castello, Luciano Bacchetta. Nato a Città di Castello il 26 marzo 1958, rivendica in ogni occasione pubblica e privata, la sua verace appartenenza alla storia, alle tradizioni della comunità tifernate: dal rione San Giacomo dove è vissuto con la famiglia nei primi anni di età e poi a San Pio-Montedoro e via di seguito.

Politico, amministratore pubblico vecchia maniera, Bacchetta, predilige le strette di mano, i contatti personali i rapporti diretti con le persone, gli amici, i colleghi di maggioranza e opposizione ai like su Facebook, ai followers su Twitter, alle foto su Instagram e agli altri prodigi della tecnologia. Anche per questo e visti i risultati raggiunti a suon di preferenze ad ogni consultazione elettorale, Luciano Bacchetta, è senza dubbio politico atipico, vecchia maniera che però riesce ad andare oltre i 120 caratteri e post vari e farsi apprezzare ad ogni appuntamento con le urne. Ha iniziato giovanissimo a fare politica nelle fila della Federazione Giovanile Socialista e poi sugli scranni di palazzo comunale e quelli della Provincia di Perugia dal 2004 al 2009 e poi ancora nella legislatura successiva: ha avuto anche incarichi come presidente del consiglio comunale e provinciale. Dal 2010 ricopre la carica di primo cittadino. Nel biennio 2010 – 2011 subentrò all’ora sindaco Fernanda Cecchini, eletta in Regione, come sindaco facente funzione. Nel 2011 la prima sfida elettorale che lo ha visto trionfare al primo turno con il 50,98 per cento, risultato bissato nel giugno 2016 ottenendo il 53.1 per cento dei voti.

Con la tessera socialista in tasca da sempre (assieme a quelle dello Juventus Club e di qualche società rionale come rivendica sempre con orgoglio) Luciano Bacchetta è membro della direzione nazionale e regionale del partito dove ricopre ruoli di primissimo piano: rientra sicuramente a livello nazionale nello stretto novero dei primi cittadini appartenenti a questo partito che guidano governi di città con numero di abitanti superiori a quarantamila. Diversi oggi i messaggi di auguri, di familiari, la moglie Roberta, i figli Viola e Mattia, amici, cittadini, colleghi ed esponenti politico-istituzionali, che sono giunti al sindaco Bacchetta in occasione del compleanno.