A Perugia. Nella sua auto, nel portafogli e nel locale trovati oltre 5mila euro in cartamoneta fasulla: domiciliari e licenza sospesa per il 40enne

PERUGIA – Soldi falsi, tanti, oltre 5mila euro. In vari tagli e ben nascosti, sparsi ovunque tra automobile, portafogli e locale (in zona Elce) di proprietà di un perugino 40enne con pregiudizi per furto. A scoprire le banconote sono stati gli agenti delle volanti, entrati ieri nel bar dell’uomo per controllare alcuni avventori – due dei quali, un italiano e un tunisino, con pregiudizi per reati contro il patrimonio e stupefacenti – e poi passati a una rapida verifica del locale.

Èd è qui che i poliziotti hanno trovato buona parte dei soldi farlocchi. In uno stanzino con accesso alle spalle del bancone del bar, sopra a un mobile, da una busta di carta spuntano 188 banconote da 20 euro, evidentemente false sia per la tipologia di carta utilizzata sia per la mancanza dei contrassegni previsti nei tagliandi originali. Dalla cassetta di pronto soccorso ecco sbucare altri 25 pezzi, stavolta da 50 euro. Dall’auto dell’uomo e dal portafogli, in tutto, ne compaiono 14, di nuovo da 20 euro.

In più, l’uomo ha anche consegnato spontaneamente agli agenti due bancomat e una postepay non suoi e di cui era stato denunciato di smarrimento il 12 marzo, senza fornire spiegazioni riguardo alla loro provenienza e ai motivi per cui fossero in quel momento in suo possesso. Portato in questura, il 40enne è stato arrestato per detenzione ai fini di spendita di monete false e denunciato a piede libero per ricettazione. Collocato quindi ai domiciliari su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sarà giudicato con rito direttissimo nella mattinata odierna. All’arrestato, inoltre, il questore di Perugia ha sospeso temporaneamente della licenza: il bar terrà le serrande abbassate per 15 giorni.