Amelia, welfare locale: siglato patto 2018 tra Comune e sindacati

Tra le principali novità ci sono esenzioni Irpef, sgravi e nessun aumento sulla tariffa Tari e sui costi di mense e scuolabus

AMELIA (Terni) – Esenzioni Irpef, sgravi e nessun aumento sulla tariffa Tari e sui costi di mense e scuolabus sono fra le principali novità contenute nell’accordo Comune-sindacati dei pensionati sul welfare locale siglato pochi giorni fa. Ne danno notizia il sindaco, Laura Pernazza, l’assessore ai servizi sociali e bilancio, Antonella Sensini, e i segretari di Spi-Cgil, Uilp-Uil e Fnp-Cisl che hanno firmato il patto 2018 per aiutare le fasce deboli.

Nell’intesa si prevedono miglioramenti rispetto a quanto già stabilito nel 2017, in particolare per l’innalzamento delle fasce di esenzione del reddito per addizionale comunale. La soglia minima per l’esenzione Irpef infatti passa da 10mila e 500 a 11mila euro, il reddito di riferimento per accedere alla riduzione del 50 per cento sulla tariffa rifiuti, passa da 6mila e 500 a 7mila e 500 euro. Per finanziare lo sgravio sulla Tari, l’amministrazione comunale ha confermato il fondo 2017 di 10mila euro.

L’accordo Comune-sindacati prevede inoltre altri sei punti: rilancio del telesoccorso per favorire l’autonomia degli anziani, nuova sede Inps nel complesso di Sant’Agostino, dove si è appena trasferita, per i vantaggi che offre all’utenza non avendo barriere architettoniche ed essendo vicina alla fermata delle autolinee. L’intesa comprende inoltre la messa in sinergie degli sforzi per riaprire lo sportello per l’impiego, giudicando opportune anche le agevolazioni per le bollette di luce, acqua e gas.

Inoltre è in corso una trattativa per aumentare il numero di passaggi della raccolta di pannoloni e pannolini usati, allo scopo di sostenere quelle famiglie che hanno disabili gravi, anziani non autosufficienti e neonati. Altri due punti riguardano infine la conferma degli impegni per la Casa della Salute e per la lotta alle ludopatie. «Siamo molto soddisfatti – dicono il sindaco Pernazza, l’assessore Sensini e i rappresentanti sindacali – per l’intesa raggiunta che è il massimo possibile considerando l’attuale situazione economico-finanziaria dell’ente. Nonostante questo, siamo riusciti a garantire un sistema di welfare comunale di livello, migliorando alcuni punti strategici e confermando la disponibilità a lavorare insieme per aiutare chi più ne ha bisogno».