Denunciato per detenzione ai fini di spaccio e non solo. Ecco come lo hanno “beccato”

PERUGIA – Aveva con sé oltre mezzo etto di marijuana, eppure non ha fatto niente per non dare nell’occhio il 41enne, italiano, fermato qualche giorno fa a Perugia da una volante della polizia: viaggiava in auto con la luce dell’abitacolo accesa, per poi spegnerla in fretta e furia non appena vista la pattuglia.

E il campanello di allarme scattato negli agenti si è ben presto trasformato in sirena. Una volta fermato, l’uomo, con pregiudizi per spaccio, agli agenti è parso nervoso, alterato, al punto da dover ammettere di essere un assuntore di droga, pur negando di averne con sé al momento del controllo. Altro campanello d’allarme. Perquisito, dal veicolo è subito spuntato l’involucro con dentro infiorescenze essiccate suddivise in 110 “dosi” per un peso complessivo di 56,54 grammi. Accompagnato in questura, l’uomo è stato denunciato per detenzione ai fini di spaccio nonché per rifiuto di sottoporsi agli accertamenti finalizzati ad appurare la guida sotto l’effetto di stupefacenti.