La manifestazione dell’orgoglio e delle rivendicazioni Lgbti arriva alla sesta edizione e porta in piazza una «grande parata colorata»

di Omphalos Perugia
(riceviamo e pubblichiamo)

PERUGIA – Arrivato alla sua sesta edizione, il Perugia Pride, la manifestazione dell’orgoglio e delle rivendicazioni LGBTI (lesbiche, gay, bisessuali, trans* e intersex), cambia forma con l’obiettivo di portare nel capoluogo umbro una grande manifestazione di piazza con una parata colorata per le strade della città di Perugia. La data e i principali dettagli sono stati presentati ieri durante una partecipatissima assemblea dei volontari, con la quale Omphalos ha chiamato a raccolta tutte le persone che vorranno impegnarsi per la riuscita di questa importante manifestazione.

«Quest’anno abbiamo deciso di intraprendere una sfida ambiziosa – dichiara Stefano Bucaioni, presidente di Omphalos – il pride come accade nelle grandi città italiane e di tutto il mondo, non sarà più stanziale nel solo quartiere di Borgo Bello, ma attraverserà con una grande parata le principali strade e piazze di Perugia. Vogliamo abbracciare la nostra città, marciando per le sue vie principali e portando in strada il nostro orgoglio, i nostri corpi e le nostre rivendicazioni».

Il successo delle edizioni precedenti, che hanno visto la partecipazione di migliaia di persone, decine di associazioni, sindacati, partiti e collettivi da tutta la regione e non solo, sarà la base di partenza per il “Perugia Pride 2018”. Un evento che punta ad essere una delle più grandi manifestazioni per i diritti civili in Umbria.

«Negli anni abbiamo costruito una rete solida – conclude Bucaioni – e siamo felici che ormai il Pride sia un appuntamento irrinunciabile per moltissimi umbri, LGBTI e non solo. Il Perugia Pride non riguarda solo le persone gay, lesbiche, trans* e intersex, ma l’intera comunità cittadina. Il Perugia Pride parla di uguaglianza, di diritti, di autodeterminazione, di inclusione, di laicità e per questo coinvolge una grande fetta della popolazione umbra che considera questi valori irrinunciabili. L’appuntamento è quindi fissato per sabato 30 giugno».