Roma Capitale vuole “copiare” il Sistema informativo sociale all’Umbria

Luca Barberini, assessore regionale alla Salute Umbria
Luca Barberini, assessore regionale alla Salute Umbria

Preso a modello anche da altre Regioni e Comuni. Barberini: «Motivo di orgoglio»

PERUGIA – Il nuovo Sistema informativo sociale (Siso) della Regione Umbria è stato preso a modello e adottato da altre realtà regionali e da alcuni grandi Comuni italiani. Tra questi anche Roma Capitale: a renderlo noto è l’assessorato regionale alla Salute, alla coesione sociale e al Welfare.

Evidenziando come l’Umbria sia stata la prima regione in Italia ad attivare questo strumento per garantire una raccolta più omogenea delle informazioni sul disagio sociale e fornire risposte più efficaci ai bisogni dei cittadini. In particolare – viene spiegato – la Regione ha partecipato a un bando nazionale (Pon Governace), con capofila il Comune di Roma, che prevede il riuso del Siso, attivato con successo in Umbria, all’interno di un progetto che consentirà all’Amministrazione capitolina di disporre di un sistema informativo dei servizi sociali in grado di mettere in rete e in comunicazione, con un unico linguaggio, tutte le strutture e gli operatori.

«È motivo di orgoglio e soddisfazione essere presi a modello da realtà importanti come Roma Capitale», le parole dell’assessore Luca Barberini.