A Balanzano, Camicia: «Un sex symbol del cinema muto, un latin lover. Quale migliore occasione per ricordarlo se nel giorno in cui si celebra l’amore?»

PERUGIA – Una rotonda intitolata al divo del grande cinema, Rodolfo Valentino. A Perugia. Inaugurata, per una sorta di continuità cosmica e di omonimia, proprio nel giorno di San Valentino. «La scelta di inaugurare la rotatoria dedicata a uno dei più grandi divi della settima arte, Rodolfo Valentino, attore e ballerino italiano naturalizzato statunitense, non è casuale», ha dichiarato il vicepresidente della commissione toponomastica cittadina, Carmine Camicia, al taglio del nastro, a Balanzano, all’intersezione tra via Anna Magnani e via Nino Manfredi.

«Rodolfo Valentino – ha spiegato Camicia – è da sempre ricordato come il sex symbol del cinema muto, tanto che gli fu dato l’appellativo di latin lover. E quale occasione ricordarlo nel giorno in cui si celebra l’amore?». La rotatoria è situata nella frazione perugina, che si caratterizza per il suo omaggio al mondo del cinema e del teatro con l’intitolazione di varie strade a personaggi celebri, come gli attori Alberto Sordi, Massimo Troisi, Antonio De Curtis in arte Totò, Nino Manfredi, Eduardo de Filippo e Anna Magnani e i cantanti Gabriella Ferri e Giorgio Gaber.

Al taglio del nastro ha partecipato anche il presidente della Commissione toponomastica, l’assessore Dramane Diego Wagué, che ha ricordato lo spirito innovativo di questa amministrazione, che coinvolge, in particolare per quanto riguarda questa commissione, l’intera comunità perugina. Hanno presenziato anche, tra gli altri, il maestro Franco Venanti, presidente dell’associazione culturale Luigi Bonazzi da cui è partita la richiesta di ricordare l’attore e recepita dalla stessa commissione, alcuni rappresentati dell’Arma dei carabinieri e dell’Esercito italiano. E, infine, per l’occasione, l’artista napoletano Sabato Ariante ha realizzato un quadro con un primo piano di Rodolfo Valentino.