Perugia, controlli della polizia nei locali della movida: non in regola due su tre

A uno mancava l’autorizzazione per effettuare pubblici spettacoli, nell’altro lavorava personale addetto alla sicurezza privo dell’iscrizione negli elenchi prefettizi. Ecco dove

PERUGIA – Tre locali controllati: due, per un verso o per un altro, quelli non in regola secondo polizia di Stato e polizia municipale che nel weekend hanno effettuato accertamenti amministrativi, finalizzati a verificare la regolarità delle licenze e delle attività dei locali della movida nel capoluogo. Uno in zona piazzale Umbria Jazz, l’altro a Madonna del Piano.

Il primo non aveva ottenuto il rilascio dell’autorizzazione prevista per poter effettuare pubblici spettacoli. Nonostante questo, quando gli agenti sono arrivati si stava esibendo un gruppo musicale di fronte a circa un centinaio di persone. In gran parte andate via quando il gestore, su ordine dei poliziotti, ha dovuto fermare la musica. Per le violazioni riscontrate il titolare dell’attività verrà perseguito ai sensi di legge, oltre che raggiunto da formale intimazione a cessare immediatamente l’attività abusiva di pubblico spettacolo.

Nel secondo locale, in zona Madonna del Piano, è stato invece rilevato l’impiego di personale addetto ai servizi di controllo privo della necessaria iscrizione negli elenchi prefettizi. Un dipendente di una società di security con sede in Toscana, in particolare. Un ucraino del 1977, privo del tesserino attestante il possesso dei requisiti previsti per lo svolgimento di tali mansioni. Sia al dipendente che alla società è stata elevata sanzione amministrativa per 1500 euro.