Persone scomparse, la polizia ne rintraccia cinque

Due i minori: sono stati riaffidati alle comunità che li ospitavano. Il bollettino

PERUGIA – Sono cinque le persone delle quali, nei giorni scorsi, era stata denunciata la scomparsa dopo che si erano allontanate dai luoghi di residenza facendo perdere le proprie tracce. Tra queste, due minori: un italiano e un senegalese. Le ricerche si sono rivelate efficaci in tutti e cinque i casi. La polizia ha rintracciato tutte le persone scomparse tra il 16 e il 22 febbraio.

La prima, una ragazza rumena di 21 anni. Si era allontanata da casa l’8 febbraio dopo l’ennesimo diverbio con la madre, che avrebbe voluto che la giovane avviasse un percorso di riabilitazione dalla dipendenza da sostanze stupefacenti. La ragazza è stata ritrovata in un appartamento all’interno di un immobile semi abbandonato di Ponte Felcino. Quindi un italiano di 45 anni. Si era allontanato da casa la notte del 17 febbraio e la moglie ne aveva denunciato il mancato rientro, riferendo che il rapporto era in crisi in conseguenza di un quadro economico difficile. I poliziotti lo hanno trovato il giorno dopo in un’area di servizio a Lidarno.

Ancora. Un altro italiano classe 1948 con un quadro di fragilità psichica. Era stato il personale sanitario che ne curava la terapia domiciliare quotidiana a segnalarne l’allontanamento. È stato rintracciato in un albergo. Nel pomeriggio dell’11 febbraio, invece, il personale di una struttura di accoglienza aveva denunciato la scomparsa di un 16enne senegalese. Immediate le ricerche del ragazzo che veniva rintracciato nella tarda serata in una struttura alberghiera in compagnia di altri connazionali: è stato riaffidato alla struttura che lo ospitava.

E riaffidato anche, venerdì, un 14enne italiano allontanatosi dopo aver avuto una discussione con uno degli educatori della comunità dove risiedeva. Ritrovato e riportato nella struttura, il minore si è allontanato una seconda volta, inoltrandosi in una zona boschiva senza neppure prendere la giacca. Le condizioni meteorologiche rigide hanno alzato il livello di allerta: il ragazzo è stato trovato di nuovo, in serata, all’interno di un centro commerciale. Ancora una volta è stato quini riaffidato all’educatrice della comunità.