«Mia madre è stata curata con una umanità mai osservata prima»

L'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia (foto Settonce, ©RIPRODUZIONE RISERVATA)
L'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia (foto Settonce, ©RIPRODUZIONE RISERVATA)

Perugia, la commovente lettera di un familiare che chiede un encomio speciale per il personale di Medicina Interna del Santa Maria della Misericordia

PERUGIA – «Non sono uno scrittore, ma desidero comunque raccontare le grandi attenzioni rivolte a mia madre nelle due settimane di ricovero presso il reparto di Medicina Interna». Inizia così la lettera di Andrea P.B. che racconta come lo abbia «colpito la disponibilità del personale medico ed infermieristico, sempre gentile e disponibile. I medici hanno seguito mia madre e in poco tempo l’hanno curata da diverse patologie».

La lettera è indirizzata alla responsabile della struttura complessa di Medicina Interna del Santa Maria della Misericordia, Leonella Pasqualini, alla quale chiede espressamente di rivolgere un encomio speciale a tutto il personale «perché non dimenticheremo mai la gentilezza, la disponibilità e l’umanità mai vista prima di medici e infermieri, con le quali è stata curato mia madre, come se fosse una persona importante. In realtà siamo una famiglia di ex contadini e neanche benestanti». Il signor Andrea chiude la lettera con questa ultima testimonianza: «Ho visto i medici occuparsi anche di cose che non hanno nulla a che vedere con la medicina : sollevavano mia madre dal letto per farla accomodare sulla sedia, le infilavano anche le pantofole. Molto commovente la professionalità e la forza di volontà di tutto il personale medico ed infermieristico, a cui spero arrivi presto un encomio dai loro superiori».