FOTO | In manette per furto e in più denunciato, insieme al complice, per ricettazione e e possesso ingiustificato di arnesi da scasso: in albergo nascondevano di tutto…

PERUGIA – Si nascondeva in un albergo di Ponte Valleceppi. Di fatto era in fuga. Scappava dal mandato di arresto europeo emesso a suo carico, dalla Germania, per aver commissionato, in quel Paese, reati contro il patrimonio. A rintracciarlo sono state le volanti di Perugia, che hanno trovato il 33enne rumeno in compagnia di un connazionale appena quattro anni più grande di lui.

Nella stanza occupata dai due e nella loro auto gli agenti hanno trovato di tutto. Guanti in tessuto con palmo in lattice, torce e ricetrasmittenti, infilati in due zainetti. Un telefono cellulare nuovo, ancora nell’imballo originale, e una smerigliatrice, custoditi nell’armadio. Copricapo neri, nel veicolo parcheggiato di fronte all’albergo. Una volta portati in questura, per il 33enne è scattato l’arresto e, su disposizione dell’autorità giudiziaria, completata la procedura e ricevuto il provvedimento emesso dalle autorità tedesche, è stato portato nel carcere di Capanne.

Entrambi con pregiudizi per reati contro il patrimonio e per possesso di armi od oggetti atti a offendere, inoltre, sono stati denunciati a piede libero per possesso di arnesi da scasso e per ricettazione.