Il prefetto di Perugia ha disposto la sospensione della circolazione per una maggiore sicurezza sulle strade

PERUGIA – Allerta meteo e sicurezza sulle strade, il prefetto di Perugia Raffaele Cannizzaro ha disposto la sospensione della circolazione dei veicoli commerciali di massa complessiva a pieno carica superiore alle 7,5 tonnellate dalle 22 di domenica 25 febbraio e «fino a cessate esigenze».

La mobilità sarà interdetta «fuori dai centri abitati della provincia di Perugia». «Il provvedimento – spiega una nota della prefettura – si è reso necessario in relazione al drastico cambiamento delle condizioni atmosferiche che, dalla giornata di domani, comporterà significative nevicate fino a quota di pianura e con temperature in marcata diminuzione. Le Prefetture limitrofe hanno adottato analogo provvedimento così da consentire la necessaria armonizzazione ultraprovinciale. La Prefettura di Perugia, tramite il Centro operativo di viabilità, segue già da ieri l’evoluzione della situazione meteorologica e la connessa transitabilità delle strade».

La polizia stradale informa, inoltre, a parziale integrazione dell’ordinanza del prefetto, come dalla sospensione della circolazione siano esclusi i mezzi che trasportano derrate alimentari e merci deteriorabili.
(AGGIORNAMENTO)
In particolare, come da integrazione della stessa prefettura arrivata domenica 25 febbraio, sono esclusi:
– i veicoli adibiti a pubblico servizio per interventi urgenti, di emergenza, di soccorso, di sicurezza, protezione civile, manutenzione stradale e viabilità,
– gli automezzi in regime ATP, altri prodotti deperibili (ad esempio, frutta e ortaggi freschi, carni e pesci freschi, fiori recisi, animali vivi destinati alla macellazione o provenienti dall’estero, nonché sottoprodotti derivanti dalla macellazione degli stessi, latticini freschi, derivati del latte fresco),
– se già autorizzati dalla Prefettura competente, gli automezzi che trasportano prodotti deperibili diversi dalle tipologie già elencate, nonché i trasporti di assoluta e comprovata necessità di urgenza, compreso il trasporto legato alle lavorazioni a ciclo continuo ed i trasporti di persone.