L’episodio a Foligno, nei guai un 20enne che di pagare il viaggio in treno non aveva alcuna voglia…

FOLIGNO (Perugia) – Prima il passaggio a scrocco, a bordo del treno Roma-Ancona. Poi gli insulti e le botte, agli agenti della Polfer intervenuti su richiesta del capotreno che lo aveva beccato.

La scena si è consumata nello scalo ferroviario di Foligno. Protagonista un ragazzo italiano di circa venti anni residente fuori regione. Che alla vista degli agenti, privo del titolo di viaggio, ha pensato bene di aggredirli e insultarli «pesantementemente», come riferito dai malcapitati. Passata la furia, il ragazzo è stato accompagnato negli uffici della Polfer e, dopo l’identificazione, è stato denunciato in stato di libertà per oltraggio, resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Di più: ha persino rimediato una multa – secondo i regolamenti di polizia ferroviaria ai sensi dell’art.21 del DPR 753/80 – per aver abusivamente attraversato i binari. Di male in peggio.