A richiederle è la stessa amministrazione. Avviata un’indagine sul gradimento dei servizi erogati: «Per migliorare qualità ed efficienza»

TREVI (Perugia) – L’iniziativa, intrapresa su proposta dell’Assessorato comunale alla Comunicazione istituzionale, è mossa da buoni propositi: «Essere vicini ai cittadini – si legge in una nota – attraverso il monitoraggio del gradimento dei servizi erogati, con l’obiettivo di migliorarne l’efficienza, la trasparenza e l’efficacia».

Succede a Trevi, dove la giunta comunale ha attivato un’indagine di soddisfazione dell’utenza attraverso questionari disponibili presso lo Sportello del cittadino o scaricabili dal sito internet del Comune: www.comune.trevi.pg.it.
 L’indagine riguarda la qualità dei servizi erogati da sportello del cittadino, anagrafe, servizi sociali, ragioneria e tributi, segreteria e cultura, urbanistica, lavori pubblici, polizia locale. Compilato il questionario, in forma anonima e riservata, dovrà essere depositato allo sportello del cittadino in un apposito contenitore.

«Abbiamo organizzato il questionario in maniera semplice e immediata – spiega il responsabile del servizio Rediano Busciantella Ricci – per consentire a tutti di esprime una valutazione utile e pertinente, ad esempio chiediamo il livello di gradimento rispetto agli orari di apertura degli uffici al pubblico, sulla cortesia o meno dei dipendenti, sulla sufficienza della disponibilità della modulistica o sul sito web, oppure sui tempi di erogazione dei servizi richiesti. Per la Giunta comunale avere la collaborazione degli utenti permetterà di migliorare i servizi e potenziarli laddove se ne senta la necessità. Questo monitoraggio e la conseguente elaborazione dei dati rappresenta uno strumento molto utile per l’Amministrazione comunale che “desidera essere sempre più vicina ai propri cittadini interpretandone i bisogni e le aspettative attraverso un loro coinvolgimento diretto e concreto volto al miglioramento continuo della macchina comunale».