di un nostro contributor

PERUGIA – Una mattina alla riscoperta dei monasteri e conventi di Corso Garibaldi per gli amici dell’associazione Borgobello. Domenica. Guida d’eccezione il professor Franco Mezzanotte che ha messo a disposizione della sessantina di partecipanti la sua conoscenza della storia della Vetusta, con la consueta chiarezza espositiva e la sua (nessuna novità da questo punto di vista) capacità affabulativa.

I tre complessi religiosi che hanno fatto parte dell’itinerario sono stati il convento francescano delle Clarisse di Sant’Agnese, il convento domenicano della Beata Colomba (che conserva un reliquiario ed alcuni oggetti appartenuti alla mistica della seconda metà del 1400) e il monastero benedettino di Santa Caterina. Ma il piatto forte della visita, dal punto di vista artistico, c’è stato nell’insediamento di Sant’Agnese il cui oratorio conserva un prezioso affresco del Perugino, che presenta ancora dei vividi colori e un ottimo stato di conservazione generale, nonostante non sia mai stato, caso alquanto raro, oggetto di alcun restauro.