Immigrazione clandestina: altre due espulsioni a Perugia

Prosegue l’attività di contrasto al fenomeno da parte della polizia: destinatari del provvedimento un cittadino marocchino e un tunisino

PERUGIA – Due provvedimenti di espulsione. Una già avvenuta, l’altra a brevissimo: entrambe frutto dell’attività di contrasto all’immigrazione clandestina della polizia che, nei giorni scorsi, ha passato al setaccio i quartieri della città.

Destinatari del provvedimento un tunisino classe 1985, rintracciato a Fontivegge dagli uomini della Mobile in quel momento impegnati, insieme a personale del Reparto prevenzione crimine, in un servizio di contrasto allo spaccio di stupefacenti. All’uomo, pur se incensurato, non era mai stato rilasciato il permesso di soggiorno, ed era già stato colpito da un provvedimento di allontanamento dal territorio. Accompagnato in un Cpr, attende ora di essere rimpatriato.

Già imbarcato su un volo per Casablanca, invece, l’altro uomo destinatario del provvedimento di espulsione emanato dalla questura. Un marocchino del 1973, titolare di un permesso di soggiorno per lavoro che però era scaduto e non poteva essere rinnovato. Individuato ed identificato dai carabinieri di Corciano, è stato preso in carico dall’Ufficio Immigrazione della Questura che ha poi provveduto a imbarcarlo, dall’aeroporto di Bologna, sul volo del rientro in patria.