Il san Silvestro di Avanti tutta onlus fa tombola

L'oncotombolata con Mauro Casciari e Leonardo Cenci
L'oncotombolata con Mauro Casciari e Leonardo Cenci

FOTO | Un successo l’oncotombolata con i presidenti Leonardo Cenci e Mauro Casciari per allietare la notte di Capodanno ai ricoverati in Oncologia di Perugia

PERUGIA – Allegria, divertimento e tanti premi. Sono stati questi gli ingredienti della quinta edizione dell’oncotombolata organizzata da Avanti Tutta onlus, che si è tenuta la sera di San Silvestro nella sala d’aspetto dell’oncologia medica dell’ospedale Santa Maria della Misericordia.

I due presidenti, Leonardo Cenci e Mauro Casciari, insieme a un gruppo di volontari dell’associazione dalle 21.30 fino ad oltre mezzanotte hanno rallegrato la sera dell’ultimo dell’anno di alcuni malati e dei loro familiari. Ad ognuno dei presenti è stata regalata una tessera della tombola i cui premi sono stati donati da Avanti Tutta, con un piccolo contributo di Rita Cancelloni bijoux e Manuela Sigali. Il resto lo hanno fatto Leonardo e Mauro che hanno trasformato l’estrazione dei numeri in un gioco, una sorta di cabala napoletana da commentare in maniera divertente. Nel corso della serata altri pazienti, familiari, infermieri e medici sono passati per fare un saluto ed assistere per qualche minuto all’iniziativa.

Terminata la tombola, a tutti i presenti sono stati offerti due maxi panettoni da 3 chili donati dal Forno Pioppi e da Saci. Allo scadere della mezzanotte, infine, si è brindato all’arrivo del nuovo anno.
Nel corso della serata molti dei presenti hanno voluto scambiare due parole con Leonardo per un conforto, per avere un parere od un consiglio.
«Questo è uno degli appuntamenti – commenta Leonardo Cenci – a cui tengo di più. Io per primo sono stato ricoverato più volte in ospedale e so benissimo cosa si prova in certi momenti. Spesso, inoltre, nei giorni di festa i malati e i loro familiari si sentono un po’ abbandonati a se stessi ed organizzare iniziative come questa gli permette di alleviare, almeno per alcune ore, questa sofferenza. Nel corso degli anni, poi, anche alcuni semplici cittadini e conoscenti mi hanno chiesto di poter partecipare alla nostra oncotombolata. Nei limiti del possibile cerchiamo di accontentare tutti, più siamo e meglio è. Se tutti seguissero il nostro esempio – conclude Leonardo – sarebbe bellissimo».