A finire nei guai una 45enne italiana, per la quale è stata avanzata la proposta del foglio di via obbligatorio dal comune

GUALDO TADINO (Perugia) – I carabinieri della stazione di Gualdo Tadino sono intervenuti nei confronti di una donna, una 45enne italiana, abitante a Nocera Umbra, autrice di un furto a danno di un ospite del centro diurno socio riabilitativo di Gualdo Tadino. Una struttura utilizzata per l’ inserimento delle persone più deboli e con difficoltà cognitive nella società, nella cui organizzazione vigono principi di sincerità, onestà e fiducia nei confronti di chiunque frequenti il centro.

La donna si è introdotta nell’istituto e ha rubato il portafogli della vittima (al suo interno una discreta somma di denaro), che però si è accorta subito del furto e ha avvertito i militari. Arrivati nel giro di pochi minuti: i carabinieri hanno rintracciato la ladra sulla base delle indicazioni raccolte sul posto. Dopo le prime menzogne, dopo i primi tentativi di negare le proprie responsabilità, gli uomini del’Arma sono riusciti a ricostruire la vicenda e a farle confessare il furto. La donna è stata denunciata in stato di libertà per furto aggravato e nei suoi confronti è stata avanzata la proposta del foglio di via obbligatorio dal comune di Gualdo Tadino.