Il fondatore della sezione perugina confermato a Magione insieme al vice Riboni: tutto il consiglio

MAGIONE (Perugia) – L’assemblea dei soci della sezione perugina dell’Unione nazionale cavalieri d’Italia (Unci), tenuta a Magione per il rinnovo delle cariche direttive e sociali, ha riconfermato alla presidenza il suo fondatore, il cavaliere Elio Carletti.

Con lui riconfermato Vincenzo Riboni nel ruolo di vicepresidente, e il consiglio direttivo composto da Massimo Alunni Proietti, Franco Binaglia, Gianni Dionigi, Giampiero Minelli, Alberto Panfili, Maria Rita Carletti e Norma Pacifico segretaria, addetta alle relazioni pubbliche, che ha ripercorso storia e attività della sezione perugina dell’Unci che conta 230 soci.

La riunione è stata inoltre occasione d’incontro con le associazioni del territorio comunale in cui operano anche persone che sono state insignite dell’onorificenza di cavaliere d’Italia. Su indicazione del primo cittadino è stata espressa la volontà di poter compiere, nell’ambito delle iniziative da organizzare per celebrare i cento anni della fine della Prima guerra mondiale, una visita ai sacrari di guerra. Al riguardo è stata anche fatta la proposta di avviare un tavolo con tutte le associazioni proprio per definire un programma comune.

Tra gli intervenuti Sergio Brozzi, per la Misericordia, ha reso nota la prossima apertura di una sezione della confraternita a Passignano sul Trasimeno in collaborazione con la locale Avis. Adesione a partecipare ad iniziative comuni è stata data anche da Sandro Mattaioli, presidente associazione nazionale carabinieri in congedo, sezione di Magione; Mario Mariuccini, presidente Cisa; Gianmarco Alunni Proietti, presidente Società operaia di mutuo soccorso; Matteo Giannetti, Avis; Giulio Bellezza per l’associazione bersaglieri.