Assisi amica degli animali, presentato il progetto

Marchio Assisi amica degli animali
Marchio Assisi amica degli animali

L’assessore Guarducci: «Nuovo percorso progettuale volto a stimolare nel medio e lungo periodo anche interessanti flussi turistici»

ASSISI (Perugia) – Sei animali (un cane, un gatto, un coniglio, un pappagallo, una lucertola ed un cavallo) disegnati attraverso linee unite ed armoniose, che fanno in modo che da una figura ne nasca un’altra.
Sullo sfondo la skyline della città di Assisi, con i suoi monumenti: a sinistra la Basilica di San Francesco e la Rocca Maggiore, a destra “il Cupolone” e parte della Basilica di Santa Maria degli Angeli, luogo simbolo del Piatto di Sant’Antonio.

È questa la descrizione del marchio “Assisi amica degli animali” presentato dal Comune di Assisi in occasione dell’omonima tavola rotonda che si è svolta al Palazzetto del Capitano del Perdono di Santa Maria degli Angeli.

«Sono molto soddisfatto – ha dichiarato Eugenio Guarducci, assessore alla Cultura e Turismo di Assisi – della nascita di questo marchio e del nuovo percorso progettuale volto a stimolare nel medio e lungo periodo anche interessanti flussi turistici, oltre che a valorizzare la presenza di diverse realtà economiche e produttive che operano nel nostro territorio nell’ambito del pet food, con le quali intendiamo collaborare. E’ un primo passo che avevamo promesso di fare e che oggi si materializza. Spetta a tutti noi ora concentrarci sulle prossime iniziative che mi augurano possano contagiare anche i cittadini di Assisi».

La tavola rotonda ha costituito un momento di approfondimento in occasione dell’edizione 2018 della Festa del Piatto di Sant’Antonio Abate organizzato dal Comitato dei Priori Serventi 2018, dall’Associazione dei Priori del Piatto di Sant’Antonio Abate e dal Comune di Assisi nato in considerazione del valore che il creato e l’amore verso le sue creature rivestono nel messaggio francescano e della vocazione alla cura del creato della città di Assisi.
Un dibattito animato da enti, associazioni, aziende e soggetti privati del territorio portatori di interesse verso i temi della tutela, cura e promozione del benessere degli animali.

Al tavolo dei relatori, moderato da Massimo Floris, medico veterinario direttore sanitario della clinica Euro Veterinaria e del Rifugio Enpa Perugia, presidente della onlus Ghismo, erano presenti il sindaco Stefania Proietti, l’onorevole Carla Rocchi, presidente nazionale Enpa, la professoressa Paola Madrigali Tintori, presidente Enpa Rifugio Oasi Parco Perugia, l’avvocato Francesca Di Maolo, presidente dell’Istituto Serafico di Assisi e la dottoressa Maria Emilia Ceppi, co-terapeuta e Master.