FOTO | Grande soddisfazione in casa bianconera. Zaytsev: «Giocato da squadra. In campo tutta la nostra qualità»

PERUGIA – Lunedì di riposo per la Sir Safety Conad Perugia: Lorenzo Bernardi ha infatti concesso alla squadra ventiquattro ore di libertà dopo il successo di domenica al PalaBianchini di Latina.

I tre punti strappati ai padroni di casa della Taiwan Excellence sono arrivati al termine di un match combattuto soprattutto nella prima parte, con il primo set interminabile, chiuso 39-41 da un colpo vincente di Zaytsev (il terzo set più lungo della storia in Superlega) e con i padroni di casa che hanno lottato alla grande fino a metà della terza frazione quando poi è uscita la tantissima qualità e la compattezza di squadra di Perugia.

Tutti aspetti che rendono soddisfatto il tecnico Lorenzo Bernardi: «Quelli di ieri sono tre punti importantissimi in un campo dove hanno faticato tutte le grandi e dove Latina sa giocare molto bene. Mi aspettavo una partita complicata, siamo stati molto molto bravi nel primo set considerando anche che venivamo dal match di mercoledì in Champions dove avevamo speso molte energie nervose. Tecnicamente nei primi due parziali abbiamo faticato in battuta e ricezione, due situazioni dove solitamente invece produciamo molto. Poi specialmente al servizio siamo cresciuti e tutto è filato al meglio. Mi piace sottolineare l’importante reazione caratteriale della squadra all’inizio del terzo set. Questa è una caratteristica di questa squadra. L’ideale sarebbe metterlo in campo sempre questo carattere, ma è chiaro che per merito degli avversari piuttosto che per un po’ di stanchezza mentale non è facile sempre. Il nostro obiettivo è di migliorarci anche sotto questo aspetto oltre che chiaramente sotto il profilo tecnico».

All’interno di un gruppo capace di far valere la sua forza di squadra, di volta in volta escono le grandi qualità dei singoli. A Latina è toccato a Ivan Zaytsev mostrare i muscoli e tutto il suo enorme potenziale: «Latina è una squadra contro cui è difficile giocare, specialmente in casa propria”, spiega proprio lo Zar. “Lo ha dimostrato il primo set, un set davvero infinito e credo il più lungo che io abbia mai giocato, e lo ha dimostrato il secondo parziale nel quale loro hanno reagito ed hanno un po’ imbrigliato il nostro gioco. Poi abbiamo reagito bene, abbiamo giocato di squadra ed abbiamo messo in campo la nostra qualità, salendo molto col servizio, anche quello flot. Sono molto contento perché tre punti al PalaBianchini sono d’oro e faccio un plauso ai grandissimi Sirmaniaci che come al solito hanno fatto un grandissimo tifo dagli spalti. Da martedì ci focalizziamo sulla gara con Modena che sarà una bellissima partita da giocare davanti al nostro pubblico».

il muro a tre di Perugia, sull'attacco di Gabriele Maruotti
il muro a tre di Perugia, sull'attacco di Gabriele Maruotti