Pescara-Ternana 3-3. Tanti gol ma la sostanza non cambia: pari è, ancora

Sandro Pochesci (foto Settonce, riproduzione riservata)
Sandro Pochesci. Archivio (foto Settonce, riproduzione riservata)

Prima il doppio svantaggio, poi il sorpasso e infine la beffa. Come nel derby: extra time fatale per i rossoverdi

PESCARA – Come nel derby: pari e patta. Come nel derby: rossoverdi riacciuffati nell’extra time. Con il trascorrere delle giornate, i problemi della squadra di Pochesci non trovano soluzione. Al contrario, si fanno cronici: quello con il Pescara è il sesto pareggio di fila per la Ternana.

A regalare un punto ormai insperato ai padroni di casa è un eurogol di Valzania (47’st). Ma la partita già dal primo tempo aveva regalato emozioni. Forti. In altalena. Perché era stato proprio il Pescara e proprio con Valzania (30’pt) a passare in vantaggio nel primo tempo. Di Pettinari (46’pt) il raddoppio: un 2-0 che ipoteticamente poteva chiudere la partita. Invece no. Le Fere si accendono nella ripresa. E segnano a raffica: accorciano con Varone (3’st), pareggiano con Tremolada (13’st), mettono il muso davanti con Valjent (31’st). Tutto inutile. Lo shock, il sesto pareggio consecutivo arriva al secondo minuto di recupero dell’ennesima gara stregata.