Soluzione comoda e non radicale: conquista una fetta sempre più grande di pubblico femminile e viene proposta in mille varianti

D’inverno uno dei capispalla che invita a essere provato è la pelliccia. Nonostante le battaglie «contro» condotte dagli animalisti, c’è ancora chi continua a indossare quelle di animali pregiati e in via di estinzione, anche se la maggior parte delle donne ha optato per la soluzione più comoda e meno radicale: la pelliccia ecologica. Anno dopo anno la pelliccia ecologica conquista una fetta sempre più grande di pubblico femminile; proposta in mille varianti sia di modello che di colore, tutte (o quasi) possiamo permettercene più di una e sfoggiare un look sempre alla moda e al passo con i tempi.

I modelli da non perdere di questa fredda stagione invernale sono quelli corti, nella versione con o senza cappuccio, oppure quello al ginocchio, caldo e avvolgente. I colori più modaioli sono i classici bianco e nero, tra i quali si affacciano timidamente un grigio e un rosa cipria che piace moltissimo alle fashion victim più accanite. La pelliccia ecologica si può abbinare facilmente a qualunque tipo di abbigliamento, anche casual e sportivo, a patto che si tenga conto di alcuni particolari importanti. La pelliccia è un capo molto versatile ma deve esaltare la femminilità: mai indossarla con t-shirt senza forma o con sneakers usatissime. Sì alle sneakers gioiello piene di punti luce e strass e sì alle t-shirt con qualche vezzo brillantinoso. Per il resto gonna o pantalone che sia, la pelliccia ecologica farà sempre la sua superba figura.