Minaccia la madre e picchia il padre: 21enne di Assisi nei guai

Volante polizia
Volante polizia

Denunciato e anche arrestato dalla polizia per resistenza a pubblico ufficiale

ASSISI (Perugia) – La polizia ha arrestato per resistenza a pubblico ufficiale e denunciato per maltrattamenti e lesioni un 21enne assisano.

Il giovane, con precedenti per ricettazione, era andato a casa della madre per l’ennesima richiesta di danaro e, al rifiuto della donna, aveva iniziato ad aggredirla verbalmente, minacciandola.

All’arrivo della volante, i poliziotti hanno trovato il giovane barricato in casa con la madre: inutili i tentativi degli agenti di ricondurlo alla calma perché il 21enne ha rifiutato di aprire. Riusciti comunque ad accedere all’appartamento, i poliziotti hanno trovato il giovane che, alla loro vista, ha iniziato a imprecare, tentando anche di aizzare contro di loro il cane, intimando loro di non avvicinarsi.
Ma gli agenti lo hanno comunque raggiunto: lui ha iniziato a dimenarsi tirando calci, ma sono riusciti a portato fuori di casa. Dove la sua collera e l’aggressività del giovane sono aumentato tanto da dover richiedere l’intervento di una pattuglia dei carabinieri per portarlo negli uffici del commissariato diretto da Francesca Di Luca.

Ancora scossa per l’accaduto, la madre ha raccontato che gli episodi di violenza proseguivano ormai da tempo e si erano acuiti nell’ultimo periodo quando lo aveva nuovamente ospitato nella propria abitazione. Quella sera stessa, peraltro, il giovane si era già presentato una prima volta a casa della mamma e aveva aggredito il padre, intervenuto in aiuto della ex moglie, provocandogli lesioni con prognosi di 10 giorni: all’arrivo della volante, però, il 21enne si era già allontanato.
All’esito degli accertamenti di rito, l’aggressore è stato tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale e denunciato per maltrattamenti in famiglia e lesioni.