Ultimi tre appuntamenti dell’anno al Supersonic Music Club: giovedì la comicità senza censure di Filippo Giardina, poi Moder e il tributo ai Pink Floyd dei Drunk Side

FOLIGNO (Perugia) – Verso il nuovo anno tra una risata (amara), la musica rap e hip hop da ballare e le note psichedeliche dei Pink Floyd.

Ultimi tre appuntamenti del 2017 al Supersonic Music Club per chiudere in bellezza un anno ricco di emozioni vissute insieme. Si inizia giovedì 28 dicembre con la comicità trasgressiva e senza censure, dove si ride di gusto su temi scottanti e delicati mettendo da parte il politicamente corretto. È “Lo ha già detto Gesù”, la stand up comedy di Filippo Giardina, ritenuta dai più scomoda e dissacrante, riservata rigorosamente a un pubblico adulto. “Lo ha già detto Gesù” è l’ottavo monologo satirico di Filippo Giardina che a due anni dal suo ultimo spettacolo ritorna sul palco con un nuovo one man show. Un’analisi impietosa di un paese paralizzato come l’Italia che pensa di essere la Svizzera ma in realtà è la Colombia. “Lo ha già detto Gesù” è un viaggio esistenziale tra giovani imbecilli, vecchi rincoglioniti e adulti emotivamente gretti. Uno spettacolo comico che parla di sentimenti e il cui linguaggio crudo e i temi trattati, lo rendono rigorosamente vietato ai minori di 18 anni.

Moder
Moder

Venerdì 29 dicembre, invece, si torna alla musica con il terzo appuntamento di “Lemonized”, la serata dedicata alla musica rap e hip hop. Tanta attesa per un format che ha raccolto un numero sempre maggiore di appassionati e si appresta a regalare un altro evento tutto da ballare. Sul palco stavolta arriva Moder, ovvero Lanfranco Vicari, ravennate che dai primi anni novanta segue il rap italiano e da inizio 2000 si cimenta con l’arte dell’mcing.
Nello stesso periodo fonda il gruppo rap Alleanze Scisse (A.S. Click) insieme a Penombra e Dj Mastafuck e da qui inizia una lunga carriera fatta di dischi, collaborazioni ed esibizioni live. Ad arricchire la serata ci penseranno i djset di Bashfire & Bilowi.

Sabato 30, infine, un ritorno molto atteso: quello degli umbri Drunk Side, la tribute band dei Pink Floyd che ogni volta sa regalare live ricchi di emozioni con concerti che attingono a piene mani al repertorio della band di Gilmour e Waters.