Candiani: «La nostra è proposta identitaria che mette al centro le famiglie. Vogliamo restituire agli umbertidesi quanto perso negli anni di mala gestione Pd». Il segretario: «Abbiamo idee serie e costruttive»

UMBERTIDE (Perugia) – La Lega nord entra a gamba tesa sulla vicenda umbertidese e lo fa, addirittura, con un intervento del suo capitano, il segretario federale Matteo Salvini: «La presunzione e l’arroganza di un Pd sotto pressione a livello locale e nazionale ha finalmente messo fine alla Giunta del sindaco Pd, Marco Locchi. Ora spetta a noi proporre una valida alternativa fatta di idee serie e costruttive che mettano il cittadino di Umbertide al centro dell’azione politica».

La campagna elettorale di Salvini inizierà proprio dal comune tiberino. «In questi anni la realtà umbra è stata ostaggio di guerre interne al Pd, dissidi che ne hanno impedito lo sviluppo, il progresso e determinato l’evidente immobilismo», aggiunge il senatore Stefano Candiani, segretario umbro del Carroccio, tramite una nota. «Da qui vogliamo ripartire e come è accaduto a Todi e Deruta, ribaltare l’Umbria e liberarla dal giogo del Pd. Con la Lega al governo della città – continua -, la moschea non solo non verrà inaugurata, ma nemmeno terminata, con le nostre azioni politiche ridaremo dignità e giustizia ad un paese in cui la sicurezza cittadina è diventata un’utopia, l’immigrazione è incontrollata e le famiglie umbertidesi dimenticate».

Il comunicato prosegue: «L’attuale amministrazione Pd, così assorta a spartirsi le poltrone, non è stata in grado di garantire il benessere sociale che merita la cittadina: numeri alla mano l’80 per cento degli aventi diritto ad alloggi popolari sono stranieri, una percentuale importante viene registrata anche per i destinatari dei contributi affitto; Umbertide è di fatto una realtà sociale compromessa che trova nella mancata sicurezza un ulteriore aggravante e mi riferisco alle sparatorie in pieno centro storico o alle guerriglie tra musulmani davanti alla moschea, per citarne alcune. Il nostro obiettivo è restituire agli umbertiesi quanto hanno perso in questi anni di malagestio di un Pd oramai sempre più lontano dalle esigenze dei cittadini. Alle prossime amministrative la Lega sarà presente con una valida proposta identitaria che mette al centro della politica, le famiglie umbertidesi».

«A tal proposito annuncio, con orgoglio – conclude Candiani – che nelle prossime settimane apriremo la sezione locale Lega di Umbertide che oramai ha raggiunto autonomia in termini di numeri ed azione politica rispetto alla già collaudata Città di Castello. In quell’occasione sarà presente anche il nostro Segretario Federale, Matteo Salvini e da lì cominceremo la nostra battaglia a fianco degli umbertiesi, a sostegno degli umbri, in difesa degli italiani”