Restano molto gravi le condizioni delle persone rimaste coinvolte nello scontro di sabato sulla Pian d’Assino. Uomo operato d’urgenza

PERUGIA – Nella notte del 17 dicembre, intorno alle 2, sono trasportate da Gubbio all’ospedale di Terni due giovani donne, una di 33 anni residente ad Assisi e l’altra di 32 anni residente nella provincia di Cuneo, che sono rimaste gravemente ferite nell’incidente mortale che si è verificato sabato pomeriggio sulla variante di Gubbio Pian d’Assino.

Le due donne hanno riportato un importante politrauma con fratture multiple. In prognosi riservata e condizioni cliniche molto gravi, sono attualmente ricoverate nel reparto di Rianimazione per la stabilizzazione dei parametri vitali.

In rianimazione e ancora in pericolo di vita, anche l’uomo portato al Santa Maria della Misericordia di Perugia. È stato sottoposto a un intervento chirurgico in emergenza dall’equipe del dottor Carlo Boselli per l’asportazione della milza appena arrivato all’ospedale perugino. Ha riportato vari traumi, compreso un trauma cranico ed è in condizioni gravissime, con prognosi riservata.

Delle cinque vittime dell’incidente, l’unica non in pericolo di vita è la quarta donna, attualmente ricoverata nella struttura di Otorinolaringoiatria, con fratture al volto per cui potrebbe essere necessario un intervento. Ha riportato anche lesioni alla colonna vertebrale pure lei è in prognosi riservata.