Il dubbio sotto l’albero: a Natale meglio l’abete finto o quello vero?

La scelta è personale ma va fatta coscienza. Se si acquista un abete vero bisogna curarlo e riservargli attenzioni, anche dopo le feste

Decorare l’albero di Natale è quasi d’obbligo in questo periodo. E lo è pure, ogni dare risposta all’ancestrale domanda: meglio acquistare un albero vero o uno artificiale? La scelta è personale. Ma va fatta coscienza. Se si propende per l’abete vero bisogna curarlo e riservargli attenzioni, anche dopo le feste.

Non esiste una regola valida per tutti: ogni famiglia può decidere se acquistare un albero di Natale vero o artificiale, ma di certo non è una scelta che può essere presa sottogamba. Ecco allora pro e contro di entrambe le soluzioni e soprattutto un piccolo vademecum per la cura di un albero di Natale vero, anche dopo le feste.

Gli alberi artificiali hanno meno fascino di quelli veri, e non profumano. Tuttavia hanno anche molti lati positivi, da non sottovalutare:

  • Durano molti anni, non dovrete preoccuparvi il prossimo Natale di acquistarne uno nuovo con un notevole risparmio di soldi. L’importante è conservarli con cura, ben ripiegati nella loro scatola di cartone e in un ambiente non troppo umido.
  • Lo si può scegliere in base ai propri gusti. Esistono alberi artificiali davvero grandi, perfetti per chi ha molto spazio, ma ci sono anche alberelli più piccoli che si adattano davvero a ogni casa, spazio o esigenza.
  • Gli abeti finti di solito hanno rami folti e una forma ben definita. Non hanno le imperfezioni naturali di un albero vero. Si prestano quindi a essere addobbati con luci colorate, palline di Natale o qualsiasi altra decorazione.
  • Si possono trovare alberi natalizi artificiali di qualsiasi forma, materiale e colore. bianchi, rossi, viola, rosa, azzurri… Se si ama lo stile moderno si può osare in mille modi. Chi ha detto che deve per forza assomigliare a un abete vero? In legno, in vetro, in metallo o in carta. Le tendenze del design sono davvero infinite.

Anche i motivi per acquistare un vero albero di Natale sono molti. Ma ci si deve ricordare, nel caso in cui si faccia questa scelta, che l’albero ha bisogno di cure:

  • Innanzitutto non è vero che l’acquisto di un albero di Natale di plastica è più ecologico di un albero vero. Quello finto prima o poi andrà smaltito, con un costo e un imatto ambientale. Scegliere un abete natalizio vero può quindi essere una soluzione ecologista, ma solo se l’acquisto viene fatto in centri autorizzati.
  • In alcuni casi si può decidere di comprare le cime sfoltite di alcuni grossi abeti: in questo caso si avrà in casa il profumo di una pianta vera che però in realtà non è più viva e potrà essere smaltita senza sensi di colpa dopo le feste.
  • Se invece si opta per un alberello con tanto di fusto e radici, arrivati a casa bisogna subito piantarlo in un vaso delle dimensioni adeguate, va bagnato con regolarità e tenuto in una zona della casa non troppo calda. Assolutamente vietato spruzzare qualsiasi sostanza chimica sull’albero! Niente neve artificiale, brillantini o sostanze colorate. Un altro consiglio: di sovraccaricare i rami con decorazioni pesanti o luci che scaldano molto.
  • E una volta terminate le feste? Sarebbe bene spostare il vaso sul terrazzo o, meglio, trapiantare l’albero in giardino. Se invece non se ne ha la possibilità, piuttosto che farlo morire in casa, meglio portarlo in un centro raccolta per il recupero della pianta. La cosa migliore da fare è chiedere informazione al proprio comune di residenza.